Seguici su Facebook
Seguici su Segui Viaggiobene su Twitter Twitter
Seguici su Blogspot

 

BAGAGLIO
 
Il bagaglio è sempre un punto interrogativo: non sappiamo mai quanto bagaglio a mano possiamo portare e nello stesso tempo siamo in ansia per quello in stiva. 
 
Bagaglio a mano
Oltre alla borsetta, alla borsa documenti e al portatile, si può portare un bagaglio a mano. Il peso e la grandezza del bagaglio che ogni passeggero può portare con sé varia da compagnia a compagnia e in alcuni casi in base alla classe di volo. Le misure e i pesi accettati sono indicati sul sito della compagnia e devono essere precisati al momento dell’acquisto on line. Bisogna stare molto attenti perché, a volte, vengono indicati solo alla fine dell’acquisto on line. Chili e centimetri in più possono costare molto cari e nel caso di voli economici e low cost, arrivare ad essere più onerosi del biglietto stesso. Nel bagaglio a mano non sono ammessi coltellini, forbici, accendini, lime, fiammiferi, termometri, rasoi. Questi oggetti, considerati suscettibili di recare danno, vengono ritirati dal personale. Dal 2006 in seguito a minacce terroristiche di esplosivi celati nei liquidi, la normativa è divenuta più ferrea. La quantità di liquidi (acqua, prodotti per le lenti e la cura del corpo…) ammessa è di un massimo di 100 ml (per una capacità complessiva inferiore ad 1 litro), da inserire in bustine trasparenti di plastica e da tener separate rispetto all’altro bagaglio a mano.  È consentito portare una sola bustina per ogni passeggero. Sono considerati sicuri i liquidi comprati al duty free shop, dopo il controllo bagagli. 
 
Bagaglio da stiva
È importante anche che ogni bagaglio da mettere in stiva abbia un'etichetta con il nome, l’indirizzo e il numero di telefono del passeggero. Ve ne sono a disposizione nei banchi del check-in. In caso venga perso infatti solo se si può identificare, il bagaglio è recuperabile. Al momento del check in bisogna  controllare che su almeno uno dei biglietti siano stati attaccati dei talloncini che corrispondono al codice messo sui bagagli. Questi talloncini sono utili in caso di smarrimento. È buona norma cercare di togliere dagli zaini qualsiasi cinghia che sporga annodandola, in modo che non si incastri nei nastri trasportatori. Sarebbe meglio chiudere la valigia con un lucchetto, ma se si viaggia verso gli States il bagaglio deve essere ispezionabile. Esistono in commercio dei sacchi per imballare gli zaini e spesso negli aeroporti ci sono dei punti che forniscono questo servizio. È  consigliabile portare un cambio di vestiti nel bagaglio a mano, caso mai quello in stiva arrivasse in ritardo. Il peso massimo consentito per il bagaglio da mandare nella stiva è in genere 20 Kg per persona, e non possono essere più di due i colli a persona. Nei voli low cost però il peso consentito è inferiore e a volte l’invio in stiva del bagaglio è a pagamento. Sia nelle compagnie tradizionali che nelle low cost, il superamento del peso comporta una multa. 
 
Smarrimento valigie
Se giunto a destinazione, il passeggero ha la sorpresa sgradita del mancato arrivo o del danneggiamento del proprio bagaglio, deve recarsi all’Ufficio oggetti smarriti dell’aeroporto (lost & found) con il biglietto e il tagliando del bagaglio e denunciare l’accaduto, compilando il Rapporto di Irregolarità Bagaglio (Rip), che dovrà poi essere allegato alla richiesta di risarcimento da inoltrare alla compagnia aerea ed, eventualmente, alla compagnia assicurativa con la quale si è stipulata apposita polizza. La denuncia all’Ufficio oggetti smarriti avvia le ricerche del bagaglio perso. La denuncia va fatta per i voli nazionali entro 3 giorni dall’arrivo per i danni ed entro 14 per lo smarrimento. Per i voli internazionali: entro 7 giorni dall’arrivo per i danni e 21 giorni per lo smarrimento. In caso di smarrimento, se il bagaglio non viene ritrovato e viene rilevata la responsabilità della compagnia, si ha diritto a un risarcimento massimo di 1.167 euro circa per voli assicurati da compagnie Ue in tutto il mondo (regolamento CE 889/02); per quanto riguarda compagnie aeree che non aderiscono alla Convenzione di Montreal del 1999, in caso di smarrimento o danneggiamento del bagaglio è previsto un risarcimento fino a 20 euro per kg per arrivare fino a un massimo di 388 euro, solo nel caso in cui il danno sia imputabile alla Compagnia aerea.
Si ha anche diritto a un rimborso delle spese affrontate in seguito alla perdita del bagaglio (vestiti, dentifricio, shampoo…), per questo è utile conservare gli scontrini. 
 
Trasporto biciclette
Le compagnie aeree permettono il trasporto di biciclette non motorizzate. La bicicletta può essere spedita nella stiva dell’aereo in genere oltre il bagaglio personale e dietro pagamento di una tassa. C’è un limite di peso diverso per ogni compagnia ma generalmente intorno ai 20 kg. È conveniente smontare e imballare la bici. Ci sono in commercio borse rigide fatte per questo, dotate anche di tasche per le ruote. 
 
Passeggini
Per quanto riguarda i passeggini per bambini, le norme dipendono da compagnia a compagnia. Alcune lo lasciano portare fino al ckeck in, lo spediscono nella stiva e lo fanno trovare al ritiro bagagli, altre permettono di portarlo fino al gate, lo prendono in consegna e lo riconsegnano all’uscita dall’aereo. 
 
Carrozzine per disabili
Le persone disabili che viaggiano vengono fatte sedere su una carrozzina più stretta e adatta agli aerei, una airwheelchair. La loro carrozzina a volte viene spedita in stiva, altre volte viene trasportata in cabina.   
 
Animali domestici
È consentito il trasporto di animali domestici, previa prenotazione. Anche qui, ogni compagnia ha le proprie regole. Di solito tutti gli animali sono soggetti al pagamento di un supplemento rispetto alla normale franchigia. In genere gli animali piccoli possono viaggiare in cabina in un contenitore, come bagaglio registrato e con il pagamento del supplemento di eccedenza. Se l’animale è grosso invece viene collocato nella stiva in un contenitore e registrato come bagaglio al seguito. Sull’aereo infatti, oltre alla stiva per le merci, c’è una stiva più piccola, riscaldata e pressurizzata concepita per il trasporto degli animali.  I contenitori per il trasporto in cabina e stiva possono essere portati da casa o acquistati in aeroporto. 

Altri approfondimenti per Aereo